gn_logo_marchio_bianco_oro
gn_logo_marchio_bianco_oro

Non è un caso

non è un caso

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email

Sono certo che non è un caso!
E ne sono sicuro perché mi succede da tre o quattro anni e con numeri non solo crescenti, ma anche non confrontabili con quelli dei colleghi PCC e MCC con cui ne ho discusso.

Di cosa parlo?
Di clienti, di coachee, che decidono di dedicare i loro programmi di coaching a una transizione, a una trasformazione radicale della loro vita personale e professionale.


Per radicale intendo Amministratori Delegati che lasciano l’azienda per immergersi nel terzo settore.

Coachee che programmano trasferimenti in altri Paesi.

O che decidono di terminare una relazione ormai non più viva e costruttiva.

Executive che avviano una micro-impresa nel settore turistico, magari un agriturismo in un paesino del Sud.

Clienti che lanciano servizi web, che inizialmente rispondono ad un’impellente necessità interiore e che poi si trasformano nella loro attività principale.

Senior Manager che diventano consulenti …
Potrei continuare con un’altra decina di esempi.

Se ciò avviene, se il mio coaching è sempre meno legato al fare e sempre più all’essere, se esso è molto più indirizzato a costruire futuri che non a risolvere problemi contingenti, ci sono certamente dei motivi.

È perché “passa” qualcosa.
Questa è la mia interpretazione.

A livello “semplice” potrei dire che mi sono sviluppato in tanti anni “nella pratica e nell’arte del coaching” (storica citazione della definizione di coaching dell’International Coach Federation, ICF).
Ma non basta!
Non spiegherebbe tutto.

A livello superiore la ragione è che attiro clienti che si rispecchiano in me
.
Coachee che cercano e che in me trovano non un teorico, ma uno che quelle transizioni e trasformazioni le ha vissute in prima persona, le ha costruite, le ha approfondite.
Le ha studiate.
Le ha – spero. forse – comprese.
Che nutre vero interesse verso le transizioni dei clienti.
Che gode nel parteciparvi e accelerarle.

Tutto a vantaggio dell’efficacia e di quell’effimera, ma fondamentale componente del coaching che è la presenza.

E la presenza non si trasforma mai in consulenza, mai in autobiografismo, mai in consigli.
Non è ego. Anzi: il contrario.
Essa è carburante per un servizio sempre plasmato sul cliente.
Sempre fornito col cuore e con la spina dorsale.
Un’accoglienza profonda.
Un reale percorso di conoscenza sia mio che del coachee.
Una mia posizione che è sempre orizzontale.
Da pari a pari.

A voi succede mai di ascoltare una canzone a loop per giorni?
[A me sì; chiedetelo ai miei figli o al mio cane.]
O di cercare come dei forsennati quella precisa pagina di un saggio o romanzo?
O un verso di una poesia letta anni e anni fa?
[Sono sicuro che era in una pagina a sinistra, nella parte alta!]
Si tratta della stessa cosa.

Stiamo cercando inconsciamente quell’invito, quella sollecitazione, quel significato, di cui abbiamo bisogno in quel preciso momento.
Allo stesso modo, secondo me, le persone in generale e i coach e i coachee in particolare si cercano.
E si trovano.
E crescono insieme.

Senti di essere pronto ad affrontare la tua transizione?
Fai delle ricerche sul web relativamente ai professionisti che potrebbero aiutarti: dai loro siti, articoli, video, blog potrai farti un’idea di cosa li animi, di quali siano i clienti a cui più naturalmente si indirizzano, di quali siano le loro expertise principali.

    1. In questo modo, godrai di due effetti secondari molto benefici:
      mettendo a fuoco chi cercare e cosa e chi risuona in te, chiarirai alcuni aspetti della tua stessa ricerca;
  1. una volta identificata la rosa di professionisti che sembrano essere più allineati con te, potrai accedere a del materiale disponibile sui loro canali, che ti sarà certamente utile per sollecitare la tua sete di scoperta.
Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email
Gianfranco Nocilla

Gianfranco Nocilla

Master Certified Coach
Executive Coach, Transition Coach, Voice Dialogue Facilitator

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le 3 fondamenta del processo di TRANSIZIONE

La Transizione è il passaggio da uno stato all’altro, è cambiamento, trasformazione, evoluzione.

Inizia il tuo personale viaggio verso il cambiamento, la soddisfazione, il successo che meriti.

Vuoi ottenere il Cambiamento che Desideri in Tempi Record?

Ti aiuto a fissare i Tuoi Obietti in modo Efficace e a Orientarti verso la TRANSIZIONE che desideri.

PRENOTA una call Gratuita con me

.
CredentialBadges_MCC_White

Gianfranco Nocilla – Partita Iva 07135621212 – Codice destinatario: M5UXCR1

INFORMATIVA

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.