gn_logo_marchio_bianco_oro
gn_logo_marchio_bianco_oro

PERCHé SONO
TEAM COACH

Perché sono team coach

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email
Ho da poco conseguito l’Advanced Certification in Team Coaching rilasciata dall’International Coach Federation e ho voglia di tracciare il percorso che mi ha portato sin qui e di riflettere sui motivi sottostanti.

Come già comunicato sui social, ai primi di marzo ho conseguito l’Advanced Certification in Team Coaching rilasciata dall’International Coach Federation e oggi ho voglia di tracciare il percorso che mi ha portato sin qui e di riflettere sui motivi sottostanti.

Prima scena, 2011: ero un giovane coach professionista e mi iscrissi a una Masterclass sul Transformational Coaching tenuta da due Signore del coaching internazionale: Giovanna D’Alessio e Silvia Tassarotti. Fu una lezione coinvolgente, intensa, che ancora oggi ricordo in dettaglio, così come ricordo in dettaglio i miei  sentimenti ed emozioni di quel giorno, col desiderio e la paura di lasciare tutto per vivere di coaching.

Verso la conclusione, i partecipanti più appassionati cominciarono a fare domande alle due docenti sull’evoluzione del coaching e già allora apparve chiaro che il percorso di sviluppo della consapevolezza si sarebbe dovuto espandere alle organizzazioni. (Oggi, a distanza di anni, continuerei ad allargare il sistema-obiettivo, estendendolo alle società tout court.) Bene, come è facile intuire, già in quella sede si parlò di organizzazioni come sistemi che potevano e dovevano essere aiutati a trasformarsi, rinnovarsi e potenziarsi grazie alla partnership con un Team Coach. Fine piano sequenza.

Seconda scena: torno a casa, torno a una vita professionale che, in quel periodo, era tanto dura quanto nauseante, chiudo un capitolo, ne apro un altro e, appena stabilizzatomi, comincio a studiare con ardore i testi americani più autorevoli di Team Coaching e Group Coaching, seguo nel 2014 una formazione in Team Coaching e metto in pratica l’approccio con i primi Leadership Team.

Erano anni, quelli, in cui, in Italia, il Team Coaching era misconosciuto e visto come un servizio esclusivo, di nicchia. Se da un lato ciò costituiva una diminutio, rappresentava anche un’evidente opportunità: potei venire infatti a contatto con Consigli di Amministrazione e Leadership Team di aziende molto evolute e seriamente impegnate nel proprio sviluppo. 

Poi, nel 2021, dopo aver studiato a lungo il system thinking, mi formo in Systemic Team Coaching ed eccomi qua!

Parlavo, all’inizio dell’articolo, anche dei “motivi” per i quali sono Team Coach. Cosa mi appassiona di questa disciplina? In primis il concetto di pattern, la presenza di innumerevoli punti di osservazione e l’ampiezza e la profondità dell’impatto del coaching su un sistema vasto.

La stessa International Coaching Federation – nel suo documento “ICF Team Coaching Competencies: Moving Beyond One-to-One Coaching” – chiarisce che, per la sua natura e complessità, il Team Coaching richiede l’aggiunta di sub-competenze specifiche alle otto competenze-base del coaching. Perché? Perché fare coaching a un team visto come una “single entity” richiede una maturità molto spinta, per non farsi irretire dai fatti, ma puntando e restando su una visione “meta”, a favore dell’efficacia del team. Occorre infatti un’allenata sensibilità sistemica, che consenta al team coach di “captare” e riconoscere i pattern, porli senza attaccamento al team-cliente per discuterne la reale esistenza e la funzionalità e, se necessario, co-crearne di nuovi, più funzionali ed efficaci.

Il tutto mirando all’autonomia e alla sostenibilità del team, identificando e facendo emergere i conflitti, riconoscendo le dinamiche di potere interne, costruendo coesione all’interno del team e assicurando partecipazione di ciascun membro e, ancora, spingendo a riflessioni profonde su purpose, identità e regole aggiornati e funzionali… Un’arena di una complessità esponenzialmente amplificata rispetto all’Executive Coaching one-to-one, per la quale un approccio sistemico e un significativo curriculum manageriale sono pilastri irrinunciabili.

Contattami per espormi punti di forza e limiti, sfide attuali e complessità del tuo team o della tua azienda. Sarò felice di verificare con te se il Team Coaching è lo strumento adatto al tuo contesto e ai tuoi obiettivi!

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email
Gianfranco Nocilla

Gianfranco Nocilla

Master Certified Coach
Executive & Transition Coach
Voice Dialogue Facilitator

All Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri Articoli

Ho da poco conseguito l’Advanced Certification in Team Coaching rilasciata dall’International Coach Federation e ho voglia di tracciare il percorso che mi ha portato sin qui e di riflettere sui motivi sottostanti.
Senza categoria
Gianfranco

Perché sono Team Coach

Ai primi di marzo ho conseguito l’Advanced Certification in Team Coaching rilasciata dall’International Coach Federation e ho voglia di tracciare il percorso che mi ha portato sin qui e di riflettere sui motivi sottostanti.

Read More »
Senza categoria
Gianfranco

Catullo era un ignorante

Catullo, componendo “Odi et amo”, ha dimostrato di ignorare il Voice Dialogue. Sì, perché il Voice Dialogue ci fornisce un’immediata comprensione dei giudizi fortemente negativi e fortemente positivi che proviamo – talvolta a pelle – verso le persone che ci sono intorno.

Read More »
L'uroboro, nella sua millenaria, evocativa pregnanza, è per me il simbolo dell’approccio sistemico per eccellenza. Simbolo di dualità, ciclicità, ricostituzione e connessione col Tutto.
Senza categoria
Gianfranco

L’uroboro

L’uroboro, nella sua millenaria, evocativa pregnanza, è per me il simbolo dell’approccio sistemico, per eccellenza. Simbolo di dualità, ciclicità, ricostituzione e connessione col Tutto.

Read More »
La lettura Voice Dialogue di una scena magistrale del film "È stata la mano di Dio". Per vivere in maniera consapevole, senza alibi, per vivere nel presente, ci vuole coraggio, cor habeo, bisogna avere cuore.
Senza categoria
Gianfranco

È stata la mano di Dio

La lettura Voice Dialogue di una scena magistrale del film “È stata la mano di Dio”.
Per vivere in maniera consapevole, senza alibi, per vivere nel presente, ci vuole coraggio, cor habeo, bisogna avere cuore.

Read More »
“CHANGE sulla formazione e la soluzione dei problemi” di Paul Watzlawick, John Weakland e Richard Fisch è l’argomento dell’articolo pubblicato la settimana scorsa. Cambiamento, cambiamento2, paradossi, controintuitività, tentate soluzioni… Una messe di insight e concetti utili per chi si occupa di coaching e di sviluppo personale.
Senza categoria
Gianfranco

Change

“CHANGE sulla formazione e la soluzione dei problemi” di Paul Watzlawick, John Weakland e Richard Fisch è l’argomento dell’articolo pubblicato la settimana scorsa. Cambiamento, cambiamento2, paradossi, controintuitività, tentate soluzioni… Una messe di insight e concetti utili per chi si occupa di coaching e di sviluppo personale.

Read More »
Vivere significa vivere intenzionalmente. Cioè non essere il frutto reattivo di ricordi e avvenimenti passati, fantasie e preoccupazioni per il futuro, strategie di compensazione sul presente. Il resto è sonno.
Senza categoria
Gianfranco

Sogno o son desto?

Vivere significa vivere intenzionalmente. Cioè non essere il frutto reattivo di ricordi e avvenimenti passati, fantasie e preoccupazioni per il futuro, strategie di compensazione sul presente. Il resto è sonno.

Read More »

Le 3 fondamenta del processo di TRANSIZIONE

La Transizione è il passaggio da uno stato all’altro, è cambiamento, trasformazione, evoluzione.

Inizia il tuo personale viaggio verso il cambiamento, la soddisfazione, il successo che meriti.

Vuoi ottenere il Cambiamento che Desideri in Tempi Record?

Ti aiuto a fissare i Tuoi Obietti in modo Efficace e a Orientarti verso la TRANSIZIONE che desideri.

PRENOTA una call Gratuita con me

.
CredentialBadges_MCC_White
ICFTeamCoaching BIANCO-TRASP

Gianfranco Nocilla – Partita Iva 07135621212 – Codice destinatario: M5UXCR1

INFORMATIVA

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.